INGENIO » Elenco News » Analisi di edificio esistente in muratura e interventi di miglioramento sismico con Por 2000
Analisi di edificio esistente in muratura e interventi di miglioramento sismico con Por 2000
del 12/07/2017
Calcolo, Controllo dei Risultati Globali, Verifiche dei Meccanismi Locali e Proposte di Interventi di Miglioramento Sismico secondo le NTC.
 
Ecco pronto un interessante articolo in cui si affrontano le problematiche connesse alla valutazione della capacità portante di un edificio esistente in muratura e ai possibili interventi di miglioramento e adeguamento sismico.
Per la diversità dei contenuti presentati il documento viene suddiviso nelle seguenti parti:
·        Risultati analisi statica
·        Risultati analisi sismica
·        Interventi di Rinforzo
 
DESCRIZIONE
Il fabbricato in questione è una casa in muratura portante a due teste, con disposizione a blocco in pietra tufacea, situata in una zona di medio-alta sismicità. L’edificio originario è stato nel tempo sopraelevato con l’edificazione di un nuovo piano, costruito in muratura di mattoni semipieni. L'intero edificio si presenta privo dei presidi sismici, quali cordoli e tiranti, tipici delle murature in zona sismica.
Con l'intenzione di valutare la sicurezza ai fini sismici ed eventualmente proporre interventi mirati al miglioramento sismico dell’edificio originario si illustrano le fasi di lavoro, i limiti tecnici e le problematiche inerenti l'intera fase del calcolo strutturale, dagli interventi preliminari di rilievo e dalla caratterizzazione dei materiali al modello di calcolo e all'analisi critica dei risultati numerici.
Il principio alla base degli interventi mira a preservare l'aspetto formale/architettonico e la gestione degli spazi interni e quindi, evitando l'inserimento di nuovi elementi strutturali, risulta interessante sia dal punto di vista tecnico e sia dal punto di vista economico. La fase del calcolo strutturale viene preceduta dall’attenta analisi dello stato attuale, con rilievo accurato della geometria, localizzazione delle strutture portanti e del tipo, individuazione dei particolari costruttivi auspicabili in zona sismica (presenza di morse ai martelli, diatoni tra i paramenti di muro, cordoli, catene), rilievo degli stati fessurativi presenti, indotto dalle sollecitazioni e dagli eventi sismici del passato. I risultati delle analisi svolte suggeriscono inequivocabilmente quali sono le problematiche strutturali da risolvere e di conseguenza le modalità di intervento.
Gli interventi di miglioramento proposti mirano alla messa in sicurezza dell’edificio mediante tecniche di tipo tradizionale, reversibili e sostenibili. Verrà posta particolare attenzione all'esecuzione dei particolari costruttivi in zona sismica. Il documento propone quindi un esempio di progettazione di interventi di consolidamento su un edificio esistente in muratura. La descrizione dei punti principali, con commenti e considerazioni tecniche, segue la logica dell'intervento auspicabile, in linea generale, per le strutture in muratura in zona sismica.

 
La struttura dell'edificio viene modellata con Por 2000, software specifico per il calcolo, l'analisi e la verifica di strutture in muratura ordinaria e armata soggette all'azione sismica. Il software effettua l'analisi pushover, le verifiche sismiche per gli stati limite di danno, salvaguardia della vita e collasso e tutte le verifiche locali delle murature in accordo con le NTC 2008.
 
Guarda i video > 
 
 
 
VUOI PROVARE POR 2000?

          

Notizia letta: 1680 volte
di NEWSOFT
Torna alla Lista News »
Eventi in Primo Piano
Dagli Ordini
Stadata 3muri
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter
Scarica L'APP di Ingenio