a
INGENIO » Elenco News » Dal componente edilizio al componente BIM: perchè realizzare un catalogo di oggetti BIM
Dal componente edilizio al componente BIM: perchè realizzare un catalogo di oggetti BIM
del 15/05/2017
Roberto Madonna – GRAITEC Italia
 
La produzione di componenti per l’edilizia è da sempre affiancata alla rappresentazione degli stessi in formato grafico, al fine di essere inserita negli elaborati di progetto.
Qualunque sia la tipologia di produzione, dalla semplice mattonella o pannello fino alle più complesse caldaie o corpi illuminanti, questi viaggiano sempre con il relativo disegno tecnico.
Inizialmente le aziende, per agevolare i progettisti, realizzavano le versioni CAD dei loro prodotti invitandoli ad utilizzare i loro “blocchi CAD”. I blocchi rappresentavano solo una vista geometrica semplificata, senza avere livelli di dettaglio ed informazioni tecniche associate. Questa metodologia sta per essere soppiantata con l’avvento del BIM.
 
 
Perchè realizzare un catalogo di oggetti BIM
 
Il BIM sta diventando un requisito comune per i processi di costruzione in tutto il mondo. Questo porta ad una crescente domanda di contenuti BIM ed offre un nuovo modo unico per entrare in contatto con potenziali clienti.
Un oggetto BIM è una rappresentazione 3D di un oggetto reale, nel caso specifico un prodotto per l’edilizia. È geometricamente identico alla versione reale del prodotto, ma differisce rispetto ad un semplice modello CAD 3D, perché è un oggetto parametrico che contiene informazioni, livelli di dettaglio sul prodotto, proprietà fisiche, link ed altri dati di targa che consentono di ordinare direttamente il prodotto.
I professionisti delle costruzioni hanno bisogno di queste informazioni durante la fase di progettazione e manutenzione, pertanto sono molto più propensi ad affidarsi ad una società che ha fornito loro il catalogo di oggetti BIM, semplificandogli l’iter progettuale e di computo.
Avere un catalogo tecnico componenti in formato BIM identifica in modo netto la visione tecnologica innovativa dell’azienda e diventa un potente strumento di marketing, contribuendo ad aumentare le potenzialità di vendita dei propri prodotti.
La maggior parte dei software BIM oggi in commercio, consente ai fornitori di creare cataloghi elettronici dei loro prodotti. Tra i più diffusi vi è Autodesk® Revit®. Qualora non si abbiano le competenze interne sufficienti a tale realizzazione, conviene affidarsi ad un partner esterno che abbia le giuste capacità.
Una volta realizzato il catalogo BIM dei propri componenti, lo si può mettere a disposizione direttamente in modalità download sul proprio sito aziendale o anche affidarsi ai numerosi portali specifici che ospitano le collezioni di oggetti BIM di vari produttori.
 
Perché scegliere Graitec per realizzare la propria libreria componenti BIM :
Perché Graitec :
  • è una società multinazionale, focalizzata sulla produzione e commercializzazione di software, con un team di sviluppo formato da oltre 100 ingegneri in varie sedi nel mondo.
  • ha una tecnologia proprietaria per gestire i watermark delle famiglie di oggetti BIM, aggiungendo credenziali di proprietà e rendendole non copiabili da terzi.
  • ha anni di esperienza nello sviluppo di librerie componenti BIM, in vari ambiti, per vari clienti, sia in Italia che all’estero, che le hanno consentito di sviluppare competenze necessarie sul come generare e far gestire le informazioni dei componenti BIM, affinchè questi siano correttamente usufruibili in un qualsiasi progetto.
  • è Platinum Partner Autodesk con spinta focalizzazione sul prodotto BIM  “Autodesk® Revit®”
Per maggiori informazioni su Graitec e come realizzare la propria libreria di componenti BIM contatta Graitec sul sito www.graitec.com/it o alla mail info.italia@graitec.com
 
Notizia letta: 1651 volte
di GRAITEC
Torna alla Lista News »
Eventi in Primo Piano
Dagli Ordini
Stadata 3muri
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter
Scarica L'APP di Ingenio