INGENIO » Elenco News » Nuovi livelli di progettazione in Conf. Unificata: concorsi più snelli e manutenzioni semplificate
Nuovi livelli di progettazione in Conf. Unificata: concorsi più snelli e manutenzioni semplificate
del 04/04/2017

Il decreto del MIT sui nuovi livelli di progettazione approda in Conferenza Unificata dove si valuteranno le principali novità riguardanti l'alleggerimento degli elaborati progettuali al primo livello e le semplificazioni sulle modalità di accesso ai concorsi

Mentre impazzano le polemiche su Correttivo Appalti e parere del Consiglio di Stato in merito, un'altro schema di decreto basilare, quello del MIT sui livelli di progettazione, approda in Conferenza Unificata dove si attende il via libera prima della pubblicazione definitiva.

Tra le pietre miliari del decreto, confermati i tre livelli di progettazione (fattibilità tecnica ed economica, progetto definitivo e progetto esecutivo) da svilupparsi in continuità, con primo livello rafforzato e quindi contenente una serie di indagini che in passato venivano solo accennate.

Riguardo alle ultime novità, invece, il passaggio precedente al CSLP ha definito quel che cambia per i concorsi di progettazione (elaborati progettuali), le manutenzioni e il periodo transitorio di 6 mesi per le pubbliche amministrazioni per adeguarsi alle nuove regole.

Concorsi di progettazione
L'offerta sarà stutturata in due tempi: il concorrente potrà sviluppare esclusivamente un pacchetto limitato di elaborati, comprendente l'individuazione degli obiettivi dell'intervento, l'analisi dello stato di fatto dell'area, il suo inquadramento territoriale, la descrizione delle caratteristiche funzionali, l'individuazione delle caratteristiche essenziali della soluzione progettuale proposta, l'indicazione dei tempi previsti. Il tutto verrà completato in una seconda fase, una volta scelta la proposta migliore: ci saranno altri 60 giorni di tempo per aggiungere alla proposta tutti gli elaborati previsti per legge.

Alleggerimento elaborati
Sono stati alleggeriti, dopo il parere del Consiglio di Stato, i documenti previsti, soprattutto all'articolo 8, che riguarda il progetto di fattibilità. Di fatto, viene limitato il perimetro della relazione generale, vengono limitati gli studi specialistici e le planimetrie da presentare.

Manutenzioni
Gli elaborati sulle manutenzioni saranno da preparare in forma semplificata, considerando anche le differenze tra manutenzione straordinaria e ordinaria e delle questioni legate alla diversa complessità e agli importi delle opere.

Periodo transitorio
Dopo la pubblicazione del decreto del MIT, scatterà una moratoria di 6 mesi (180 giorni dopo la pubblicazione in GU) per permettere alle PA di 'adeguarsi' al nuovo sistema. Le tempistiche però sono diverse: per i bandi o gli avvisi da pubblicare si farà riferimento alla Gazzetta, mentre per le altre procedure al momento di invio degli inviti. In caso di progettazione interna, invece, "le disposizioni del presente decreto si applicano alle progettazioni affidate successivamente alla data di entrata in vigore del presente decreto".

Notizia letta: 1552 volte
di Matteo Peppucci
News Collegate
Torna alla Lista News »
Eventi in Primo Piano
Dagli Ordini
Edilmatic soluzioni antisismiche per la prefabbricazione
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter
Scarica L'APP di Ingenio