INGENIO » Elenco News » Sismabonus: per i capannoni accesso semplificato senza diagnosi preventiva
Sismabonus: per i capannoni accesso semplificato senza diagnosi preventiva
del 21/03/2017

Attività produttive, accesso semplificato all'incentivo: per beneficiare del Sismabonus non occorre la diagnosi preventiva. Ecco tutti gli adeguamenti da eseguire per passare ad una classe superiore

Su capannoni ed edifici in cemento armato il Sismabonus è semplificato. Non occorre, cioè, determinare preventivamente la classe di rischio sismico per accedere agli incentivi previsti dal DM 28 febbraio del MIT per interventi antisismici da realizzare su capannoni industriali e su edifici in cemento armato con telai in entrambe le direzioni.

Capannoni
Niente diagnosi preventiva, necessaria invece per gli immobili residenziali, ma immediato accesso allo sconto del 70% intervenendo su alcuni elementi critici: parti strutturali, elementi prefabbricati, impianti e macchinari. Le linee guida per la classificazione del rischio sismico, inoltre, prevedono la possibilità di 'passare di scalino' (passaggio alla classe di rischio superiore)  eseguendo direttamente interventi locali di rafforzamento.

Gli interventi da realizzare devono, però, puntare all'eliminazione delle carenze nelle unioni tra elementi strutturali (es. travi-pilastro e copertura-travi), rispetto alle azioni sismiche da sopportare e volti comunque a realizzare sistemi di connessione anche meccanica per le unioni basate in origine soltanto sull'attrito o sulla connessione tra il sistema di tamponatura esterna degli edifici prefabbricati e la struttura portante.

Altri interventi papabili di passaggio sono quelli realizzati per eliminare le carenze di stabilità dei sistemi presenti internamente al capannone, come ad esempio macchimari e scaffalature, potenzialmente dannosi per le strutture ospitanti.

Edifici in cemento armato (calcestruzzo armato)
Anche qui si passa alla classe di rischio superiore eseguendo interventi di rafforzamento senza preventiva attribuzione della classe. C'è però un requisito: la struttura deve avere telai in entrambe le direzioni e devono essere eseguiti tutti i seguenti interventi: confinamento di tutti i nodi perimetrali non confinanti dell'edificio, opere volte a scongiurare il ribaltamento delle tamponature, ripristino delle zone danneggiate o degradate.
 

Notizia letta: 4838 volte
di Matteo Peppucci
News Collegate
Torna alla Lista News »
Eventi in Primo Piano
Dagli Ordini
Edilmatic soluzioni antisismiche per la prefabbricazione
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter
Scarica L'APP di Ingenio