INGENIO » Elenco News » Sistemi di impermeabilizzazione Volteco per la riqualificazione nel particolare contesto veneziano
Sistemi di impermeabilizzazione Volteco per la riqualificazione nel particolare contesto veneziano
del 12/10/2017
VOLTECO INTERVIENE NEL CONTESTO VENEZIANO CON TECNOLOGIE E SISTEMI DI IMPERMEABILIZZAZIONE MIRATI ALLA RIQUALIFICAZIONE DI UN PATRIMONIO URBANISTICO E ARTISTICO UNICO AL MONDO
 
Nel contesto edilizio corrente risulta oramai assodata l’importanza, da più punti di vista, non ultimo quello legato a uno sviluppo sostenibile del territorio, della manutenzione e riqualificazione del patrimonio esistente. Ai Progettisti di oggi e domani si presenta e si presenterà un compito non certo facile: progettare interventi di manutenzione delle opere già realizzate in un’ottica di durabilità, all’interno di perimetri di spesa sempre più angusti (massimizzazione dell’investimento economico) e in conformità con la miriade di normative e regolamentazioni del settore.
L’obiettivo finale di conseguire un alto livello di “benessere abitativo”, quindi, è frutto di un equilibrio delicato, dove sono in gioco molti interessi diversi. Una vera e propria sfida per i Tecnici coinvolti, che diventa ancora più impegnativa in contesti dove, a tutti gli effetti, i Progettisti sono chiamati a risolvere problematiche fuori dall’ordinario rispetto all’edilizia tradizionale: caso emblematico rappresentato da Venezia che presenta caratteri costruttivi a dir poco singolari.
Intervenire nel contesto veneziano è da sempre materia per specialisti ed è in questo senso che Volteco mette a disposizione tecnologie ad hoc, il proprio “saper-fare” e le esperienze condivise con i Progettisti e i Tecnici che hanno l’onere e l’onore di intervenire in un contesto per patrimonio urbanistico e artistico unico al mondo.

Un esempio di intervento straordinario a livello nazionale, ma tipico del contesto lagunare, è l’impermeabilizzazione degli ambienti interni, situati ai piani terra degli edifici del centro storico, soggetti periodicamente ad allagamenti dovuti all’innalzamento delle maree. 
 
 
Un tipo di intervento che, per la sua complessità, rappresenta senza dubbio una delle massime espressioni della “progettazione dell’impermeabilizzazione”.
Complessità legata alla scelta degli idonei sistemi di impermeabilizzazione, all’attento studio dei necessari collegamenti tra questi e gli elementi di tenuta in corrispondenza delle forometrieaccessi (tipicamente paratie in acciaio inox) e, infine, alla gestione e sigillatura di tutti gli eventuali corpi passanti o opere accessorie (es. pozzetti impiantistici).
 
 
Una volta realizzata la vasca a perfetta tenuta stagna fino alla quota di massima escursione della marea, maggiorata del franco di sicurezza, vi è l’esigenza di gestire e risolvere la classica problematica della risalita capillare, tipica del contesto.
Essa si presenta anche nelle murature realizzate sopra i massi di pietra d’Istria, che in origine avevano funzione di ostacolo alla risalita capillare, ad oggi invece spesso by-passati dall’innalzamento del livello dell’acqua o dal deterioramento delle fondazioni immerse con conseguente aumento del fenomeno. Adottando intonaci risananti anti-umidità con formulazione idonea all’uopo e nel rispetto del contesto costruttivo si tenderà a massimizzare il benessere interno all’ambito manutentato.
Esattamente questo il contesto in cui si è inserito l’intervento, certamente impegnativo, su un edificio residenziale di pregio in località Piscina San Samuele, a Venezia, realizzato con l’impiego di prodotti specialistici Volteco.
 

Un ottimo esempio di adattamento al difficile contesto veneziano. La struttura dell’edificio, posizionata in un’area tra le più basse del centro storico, era parzialmente interrata e quindi perennemente immersa nell’acqua; situazione già di per sé gravosa che peggiorava ovviamente con l’innalzarsi periodico delle maree e che ha richiesto, per la ristrutturazione delle fondazioni, la realizzazione di una vasca apposita per le alte maree.

Effettuata la fase di demolizione, sono state ricostruite le pareti in mattoni con l’utilizzo dell’intonaco BI MORTAR PLASTER SEAL, il nuovo intonaco fibrorinforzato di rivestimento che crea una barriera altamente impermeabile; è stato successivamente installato in verticale e orizzontale l’innovativo sistema idro-reattivo AMPHIBIA, la rivoluzionaria membrana impermeabilizzante pre e post getto dalle elevate proprietà idro-reattive, utilizzando specifici prodotti di sigillatura (AKTI-VO 201 e BI MORTAR CONCRETE SEAL) capaci di resistere alla pressione negativa dell’acqua proveniente dall’esterno e garantendo una condizione di comfort all’interno dell’edificio. 

maggiori info sul sito volteco

Notizia letta: 652 volte
di VOLTECO
Torna alla Lista News »
Eventi in Primo Piano
Dagli Ordini
Basic sunballast
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter
Scarica L'APP di Ingenio