INGENIO » Elenco News » Permesso di costruire in ritardo? Risarcimento dovuto dal comune
Permesso di costruire in ritardo? Risarcimento dovuto dal comune
del 02/08/2017

Permesso di costruire in ritardo: per il Tar Campania si tratta di danno "ingiusto" con obbligo di risarcimento se non si sono ragioni per cui il titolo abilitativo debba essere concesso ma ciò avviene in ritardo

Quando il procedimento debba concludersi con un provvedimento favorevole per il destinatario, o se sussistano fondate ragioni per ritenere che l’interessato avrebbe potuto ottenerlo, il solo ritardo nell'emanazione del provvedimento finale può ritenersi elemento sufficiente per configurare un danno "ingiusto", con conseguente obbligo di risarcimento”.

E’ il principio di diritto contenuto nella sentenza 1223/2017 del 17 luglio del Tar Campania, che ha accolto il ricorso di risarcimento nei confronti di un comune. Nello specifico, il proprietario di un locale commerciale aveva richiesto il permesso di costruire per il suo ampliamento, ma il comune aveva impiegato due anni per esaminare la pratica e, nel frattempo, lo strumento urbanistico era mutato, non consentendo più l'intervento per cui era stata fatta domanda.

Visto che il procedimento di richiesta del permesso di costruire si era poi concluso oltre il termine di legge, i ricorrenti hanno mandato avanti la richiesta di risarcimento nei confronti del comune “ritardatario" e il Tar ha dato loro ragione.

Ma quali risarcimenti sono possibili? Le voci sono riferite alla perdita di incremento di valore dell'immobile, incluso il suolo cui accede, "sulla base della volumetria e superficie effettivamente realizzabile e sulla base dei prezzi di mercato rilevabili nella zona di riferimento, anche desunti da pubblici atti o registri" e alle "spese tecniche connesse alla predisposizione del progetto (di ampliamento) e della pratica amministrativa)".

Respinte, invece, le richieste sul mancato incremento del volume di affari, perché "conseguenza solo indiretta del ritardo", e sul fermo di cantiere visto che, non essendoci nessun permesso di costruire, nessun cantiere era autorizzato a partire.

Notizia letta: 614 volte
di Redazione Ingenio
Torna alla Lista News »
Eventi in Primo Piano
Dagli Ordini
Isotex blocchi e solai in legno cemento
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter
Scarica L'APP di Ingenio