INGENIO » INGENIO n.51 » Il punto su INNOVance: la Piattaforma Italiana per il settore delle costruzioni, basata su librerie BIM
Il punto su INNOVance: la Piattaforma Italiana per il settore delle costruzioni, basata su librerie BIM
28/03/2017
Bruno Daniotti

Reportage dal convegno tenutosi al MadeExpo l’8 marzo 2017

Organizzato da Politecnico di Milano,
in collaborazione con ANCE, ANDIL, ATECAP, FederelegnoArredo, UNICMI ed ISTeA
Dedicato a Claudio De Albertis

GUARDA LE VIDEO INTERVISTE FATTE DA INGENIO IN OCCASIONE DELL'EVENTO

Come giustamente afferma nella prefazione alla collana INNOVance il Rettore del Politecnico di Milano, prof. Ferruccio Resta, la digitalizzazione del settore costruzioni è la sfida verso cui l’intera filiera dovrà rivolgere i propri sforzi nel prossimo futuro per agganciare, una volta per tutte, entro i tempi ed i modi della quarta rivoluzione industriale (industria 4.0), tutti gli altri settore produttivi nella sfida all’innovazione di prodotto e di processo; per una nuova qualità del vivere all’insegna della sostenibilità ambientale, economica e sociale.

Il Politecnico di Milano è da sempre attivo nel supportare il settore verso in cambiamenti necessari che la perdurante crisi ha reso oramai indispensabili per un rilancio strutturale della produzione secondo nuovi paradigmi: economia digitale e circolare, produzione LEAN, ecc.
Sin dalla fondazione del Capitolo Italiano di Building Smart International nel 2003 l’Ateneo, grazie al prof. Pietro Natale Maggi, ha svolto un fondamentale ruolo di stimolo e coordinamento tra i costruttori (Assimpredil-ANCE, con l’allora presidente Piero Torretta), i produttori di componenti (Confindustria e le sue varie associazioni di categoria), le case Software , i professionisti e la committenza privata e pubblica (ad esempio il Ministero delle Infrastrutture e dei Territorio, tramite il Provveditore Interregionale per le Opere Pubbliche per la Lombardia e l'Emilia Romagna, ing. Piero Baratono), ecc.
Allo stesso modo la ricerca del Politecnico ha in seguito fortemente supportato, con uomini, mezzi e conoscenza, l’ideazione prima e la costruzione della piattaforma digitale interoperabile di filiera: INNOVance.
Esperienza che non è rappresentata dal solo il prototipo informatico che ne costituisce il risultato finale, ancora adesso unico nel suo genere ed innovativo per gran parte degli argomenti trattati e risolti.
Lo sforzo innovativo di INNOVance ed i suoi risultati si misurano oggi soprattutto alla luce della discussione in atto in tutto il paese sui temi del BIM e della digitalizzazione del settore costruzioni. Le pubblicazioni, le ricerche, le tesi, i dottorati, i corsi, i master ed i convegni che interessano oggigiorno tutti gli atenei tecnici e gli enti di ricerca. La normativa cogente, prima fra tutte quella sugli appalti pubblici, come la normativa volontaria e la recente pubblicazione della UNI11337:2017, il coinvolgimento della produzione, tutto il movimento in atto e la quasi totalità dei soggetti interessati o promotori a questo cambiamento, hanno fatto parte od hanno avuto contatti diretti od indiretti con INNOVance.
INNOVance è stata per il Politecnico e per il settore la scintilla di una rivoluzione che sta diventando sempre più inarrestabile col tempo verso una innovazione strutturale del modo di lavorare, fare ricerca, vivere il comparto edilizio e delle infrastrutture.
ll progetto, coordinato dal Politecnico di Milano, ha coperto complessivamente un orizzonte temporale di tre anni (luglio 2011luglio 2014) ed ha coinvolto diversi partner con competenze e specializzazioni differenti e complementari. Il partenariato finale ha avuto come capofila Edilstampa s.r.l. (Primo Proponente), 3 università (Politecnico di Milano, Politecnico di Torino, Federico II di Napoli), n. 2 istituti di ricerca (ITC-CNR e ISTEDIL), 6 associazioni (Ancenergia, ANDIL, ATECAP, Consorzio T.R.E., FederlegnoArredo e UNICMI), 3 partner informatici (SAP, Derga Consulting e OneTeam) e 6 imprese di costruzione (Borio Mangiarotti S.p.A, Carbonicini S.p.A., Cluster S.r.l., Dega S.p.A., Edileco Telarucci S.r.l., Rigamonti Francesco S.p.A.).

Nella cornice di MadeExpo 2017 il giorno 8 marzo 2017 si è tenuto il convegno dedicato alla presentazione dei risultati della ricerca INNOVance, ricerca finanziata dal MISE nell’ambito del bando Industria 2015, che ha portato alla realizzazione del primo prototipo di Piattaforma Italiana per il settore delle costruzioni, basata su librerie BIM.
Nell’occasione si sono presentati i primi cinque volumi della collana INNOVance, alla presenza di una delegazione guidata dal Ministro delle Infrastrutture e Territorio, on. Graziano Delrio, del Governatore della Regione Lombardia, Roberto Maroni, al Sindaco del Comune e dell’Area Metropolitana di Milano, Giuseppe Sala, al presidente di MadeExpo, Roberto Snaidero ed al Presidente di FederlegnoArredo, Emanuele Orsini, che ha scelto il convegno per inaugurare l’edizione 2017 di MadeExpo.

In questa collana dedicata ad INNOVance si presenta la prima banca dati nazionale unificata di libero accesso contenente tutte le informazioni – di natura tecnica, scientifica, economica e legale – utili alla filiera delle costruzioni (vedi fig.1).

A tal fine, con INNOVance è stato possibile applicare le nuove potenzialità in materia di interoperabilità dei sistemi offerte dai software esistenti (BIM, gestionali, ecc.) e mettere a punto un sistema che permette una collaborazione attiva tra tutti i soggetti coinvolti nella filiera delle costruzioni, a partire dalla fase di progettazione, fino alla costruzione del manufatto edilizio e alla sua successiva gestione.

 

Figura 1 – Struttura del flusso produttivo e informativo di INNOVance 

INNOVance ha perseguito e raggiunto i seguenti obiettivi:
• definire un codice di classificazione e di identificazione univoco (“Codice a barre delle Costruzioni”) di prodotti, servizi, attività e risorse impiegate nel settore edile, volto ad agevolare la fase contrattuale tra le parti;
• definire una scheda tecnica standardizzata per ciascun prodotto, servizio, attività e risorsa, il cui contenuto informativo possa essere messo a disposizione degli utenti in formato cartaceo, elettronico e/o multimediale, al fine di garantire alle imprese un valido supporto tecnico e limitare i contenziosi tra le parti;
• definire una banca dati comune che metta in relazione gli attori del processo edilizio e permetta una rapida ed esaustiva consultazione delle informazioni contenute nelle schede tecniche, mediante la tecnologia progettuale per oggetti Building Information Modelling (BIM);
• sviluppare un portale WEB che permetta agli utenti di usufruire delle informazioni codificate in ogni luogo e fase della produzione edilizia, a partire dalla fase di progettazione, fino alla costruzione del manufatto edilizio e alla sua successiva gestione (vedi fig. 2).


Figura 2 – il portale INNOVance

I risultati ottenuti da INNOVance consentono quindi di ottenere una serie di benefici, primo fra tutti l’eliminazione delle incomprensioni tra i soggetti che operano nelle diverse fasi del processo costruttivo (committenza, progettisti, imprese, produttori di componenti, gestori, utenti, etc.). Queste incomprensioni sono particolarmente critiche per la filiera in esame, dato che generano inefficienze rilevanti di tipo tecnico/economico ed energetico, nonché sprechi, ritardi e, di conseguenza, un altissimo numero di contenziosi. Il sistema messo a punto garantisce pertanto l’univocità e la completezza dell’informazione, aspetti questi che si traducono immediatamente in un notevole risparmio di costi e tempi, con un apprezzabile innalzamento del livello qualitativo del prodotto, nel conseguimento della sostenibilità ambientale ed economica del processo oltreché della sostenibilità sociale legata in primo luogo al benessere dell’utenza finale.

[...] CONTUINUA LA LETTURA SUL PDF


GUARDA LE VIDEO INTERVISTE FATTE DA INGENIO IN OCCASIONE DELL'EVENTO

 

Articolo letto: 6547 volte
Eventi in Primo Piano
Dagli Ordini
Tecnopiemonte
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter
Scarica L'APP di Ingenio